Grottole: cosa vedere, chiesa Madre, San Rocco, bosco coste

Cosa vedere a Grottole, cittadina posta a 481 metri di altitudine in provincia di Matera, itinerario comprendente il centro storico, con chiesa madre e chiesa di San Rocco, e il castello, oltre alla Torre Altojanni e al Santuario dedicato a Sant’Antonio Abate posti appena fuori dal paese.

Alberghi economici
Chiesa Diruta a Grottole
Chiesa Diruta a Grottole

Visitare Grottole

Situata su un colle rientrante nell’area compresa tra il fiume Basento ed il Bradano, Grottole copre un territorio diviso in due parti, di cui una rientrante nella Riserva regionale San Giuliano, mentre l’altra, che si affaccia sulla valle del Bradano, presenta l’area boschiva di bosco Le Coste.

Molti ritrovamenti archeologici risalenti a epoca paleolitica, greca e romana, confermano le teorie secondo le quali Grottole è uno dei paesi più antichi della Basilicata.

Il nome Grottole trae la sua origine probabilmente dal latino “cryptulae”, che significa grotticelle, che erano luoghi adibiti alla lavorazione dei vasi di argilla.

Nel centro storico è situata la chiesa Madre in stile barocco, che conserva al suo interno alcuni altari in legno intagliato, una cantoria, un coro ligneo riccamente decorato, una tela settecentesca, che raffigura la Madonna col Bambino e i Santi, e una Madonna in pietra opera della scuola lucana.

Merita di essere visitata anche la chiesa di San Rocco, in passato chiamata chiesa di Santa Maria la Grotta, con interno a tre navate dove si trova un bel polittico risalente al dodicesimo secolo, opera del pittore Pietro Antonio Ferro che rappresenta le Sette opere di misericordia.

La chiesa Diruta, detta anche dei Santi Luca e Giuliano e risalente al quattordicesimo secolo, ha un impianto a croce latina con un’unica navata ed è di notevoli dimensioni.

Poco lontano dal centro storico, in cima al colle Motta, è situato il Castello di Grottole, edificato dai longobardi nel 851, che ha una base quadrangolare con torri angolari, di cui è rimasta solo la torre centrale.

Nei dintorni del paese, si possono vedere i resti della Torre Altojanni, che costituiscono la prova dell’esistenza di une vera e propria cittadella medievale, non lontano si trova il Santuario di Sant’Antonio Abate, posto sulla sommità del colle Altojanni.