Golfo Aranci: guida turistica, storia, feste e sagre, patrono

Posizione di Golfo Aranci, origine imprevedibile del nome, storia della località della Sardegna con l’antico villaggio di pescatori, dove si tiene la festa del patrono.

Booking.com
golfo aranci olbia tempio gallura
golfo aranci olbia tempio gallura

Guida turistica Golfo Aranci

Piccolo comune della provincia di Olbia-Tempio, Golfo Aranci è situato in Gallura, una delle più antiche regioni della Sardegna.

La popolazione di questa località supera di poco i duemila e duecento abitanti. Contrariamente a quanto si possa pensare, la denominazione non ha niente a che vedere con i frutti ma deriva dal dialetto gallurese Golfu di li Granci ovvero in italiano Golfo dei Granchi.

Leggermente più a nord di Olbia, si trova il porto di Golfo Aranci in ottima posizione, idoneo all’attracco anche di grosse navi grazie alla profondità del mare in quel punto.

Questo scalo marittimo viene usato anche dalle Ferrovie dello Stato, da pescherecci e imbarcazioni da diporto.

I primi abitanti furono pastori e contadini ma con il trascorrere del tempo, il mare di Golfo Aranci molto ricco di pesce, attrasse a sè per i pescatori provenienti da diverse località, tra cui in particolare l’isola di Ponza.

Per questo ogni anno, in occasione della festa del patrono San Silverio, che si tiene il 20 giugno, gli abitanti ricordano la venuta dei pescatori ponzesi con la Santa Messa e una processione nel golfo a bordo di pescherecci.

Grazie alla costruzione di un porto mercantile e alla stazione ferroviaria, Golfo Aranci accolse ben presto nuove famiglie provenienti da ogni parte di Italia, che trovarono in Sardegna lavoro e nuove opportunità di sviluppo.