Russia vacanze: guida, informazioni utili viaggio e turismo

cartina federazione russa
cartina federazione russa
Contenuti con corrispondenza
Hotel alberghi dove dormire

Guida turistica Russia, consigli utili e tutte le cose da sapere riguardanti vacanze nella Federazione Russa con capitale Mosca.

Russia in breve

  • Capitale: Mosca
  • Superficie in kmq: 17.075.200
  • Numero di abitanti: 142.498.534 (2006)
  • Religione: ortodossa, con minoranze cattoliche e protestanti, musulmane, ebree, animiste

bandiera russia

Dove si trova la Russia

Lo Stato della Federazione Russa si estende tra Europa e Asia, confina a ovest con Finlandia, Estonia, Lettonia, Bielorussia, a nord ovest con Norvegia, a nord con Lituania, a sud con Polonia (Kaliningrad), a sud ovest con Ucraina, a sud con Georgia, Azerbaigian, Kazakistan, Mongolia, Cina e Corea del Nord. A nord si affaccia sul Mar Glaciale Artico, a ovest sul Mar Baltico, a est sull’Oceano Pacifico e a sud sul Mar Nero. Il territorio può essere cosi’ suddiviso: la Russia europea (ad ovest degli Urali), la Siberia (ad est degli Urali) e la Russia estremo orientale che si affaccia sull’Oceano Pacifico. La Russia europea è quasi interamente occupata dal Bassopiano Sarmantico, al centro del quale si trovano i rilievi del Rialto del Valdaj, il Rialto Centrale Russo, le alture del Donec e del Volga. A sud fra il Mar Nero e il Mar Caspio si estendono le fertili pianure dei fiumi Don, Volga , Ural e la catena montuosa del Caucaso. La regione siberiana comprende, ad est degli Urali, il Bassopiano Siberiano (una regione in maggior parte paludosa) e l’Altopiano Siberiano che si trova ad est del fiume Jenisej. L’altopiano ha un’altitudine media di 600 m. è molto ricco di risorse minerarie e ad est del fiume Lena si innalza con i rilievi dei monti Verhojansk, i monti Cerski e i monti del Kolyma. La Penisola Kamchatka situata all’estremità orientale della Russia è ricca di vulcani in parte ancora attivi.

Idrografia

Il fiume Ob insieme al suo affluente Irkush forma il maggiore bacino fluviale della Russia, nasce nella Cina nord occidentale e sfocia nel Mar Glaciale Artico. Nel Mar Glaciale Artico sfociano anche i fiumi, Jenisej, Lena, Kolyma ed altri fiumi della Russia europea come il Peciora e la Dvina Settentrionale. Il fiume Volga è il maggiore della Russia europea e sfocia nel Mar Caspio, in questo mare sfocia anche il fiume Ural. Nel Mar Baltico sfociano i fiumi Dvina Occidentale, Neman e la Neva (alla foce del fiume Neva sorge la città di San Pietroburgo). Sono tributari del Mar Nero i fiumi Don, Dnepr e il Kuban. L’Amur che scorre in maggior parte al confine fra Russia e Cina entra nell’ultimo tratto del suo corso in Russia e sfocia nell’Oceano Pacifico. I laghi principali sono: il Mar Caspio (è il maggiore bacino lacustre del mondo), il lago Bajkal che si trova nella Siberia meridionale (compreso nel bacino del fiume Jenisej), il lago Ladoga e il lago Onega situati nella regione dei grandi laghi della Russia europea nord occidentale.

Clima Russia

Il clima in Russia è di tipo continentale con inverni lunghi e freddi ed estati brevi, abbastanza calde (temperate nelle zone più fredde). Anche se nella maggior parte del paese le precipitazioni annue sono scarse, in estate, l’aria calda e umida dell’Atlantico riesce ad arrivare fino alla Siberia centrale provocando precipitazioni molto utili all’agricoltura. Le zone più fredde corrispondono alla Siberia orientale e lungo le coste artiche e pacifiche dove in inverno si registrano temperature con molti gradi sotto lo zero.

Popolazione

La popolazione della Russia è composta da gruppi di varie nazionalità. Il gruppo etnico principale è quello dei Russi (ca.80% del totale); ci sono inoltre comunità finniche (al confine con la Finlandia), Lapponi e Samoiedi (mongoli), popolazioni finno-mongoliche (nei bacini dei fiumi Ob e Jenisej), gruppi di tartari (nel bacino inferiore del Volga). In Siberia accanto ad una minoranza di Paleosiberiani, vivono Eschimesi, Buriati, Tungusi e Iacuti, (sono tutti di razza mongola).

Fuso orario

La Federazione Russa è attraversata da 11 fusi orari. Nella parte della Russia europea, compreso Mosca e Sanpietroburgo, la differenza di orario è di 3 ore avanti rispetto all’Italia (quando in Italia è in vigore l’ora legale da marzo ad ottobre la differenza si riduce a 2 ore). In Siberia l’ora varia da 5 a 11 ore avanti a secondo della longitudine.

Lingua parlata

La lingua ufficiale è il Russo, ma considerata la vastità di questo paese sono parlati dalla popolazione molti dialetti ed idiomi. (La segnaletica stradale è scritta in cirillico).

Economia

Dopo il crollo dell’Unione Sovietica è iniziato il processo di transizione da un’economia pianificata ad un’economia di mercato che ha provocato una prima limitata ripresa poi seguita da un peggioramento dei livelli di vita, fino al 1999, quando l’economia ha cominciato a riprendersi mantenendo un discreto ma anche non omogeneo livello di sviluppo. L’immensità del territorio russo contiene preziose riserve energetiche. La Russia è il primo produttore mondiale di gas ed ha un’ottima produzione di petrolio greggio, inoltre vi si trovano giacimenti di minerali ferrosi, nichel, rame, tungsteno, cobalto, oro, argento e diamanti. Nella produzione agricola primeggia la coltura dei cereali (tra i maggiori produttori al mondo), viene praticato l’allevamento, soprattutto bovino ed anche per quanto riguarda la pesca, la Russia, è fra i maggiori produttori mondiali. Di rilievo anche la produzione di legname grazie alla ricchezza di foreste sparse sul territorio. Nell’industria sono sviluppati i settori petrolchimico, chimico, militare, meccanico ed anche i settori dell’industria aerospaziale ed aeromobile, risulta carente l’industria alimentare.

Quando andare in Russia

Il periodo migliore per andare in Russia è la primavera inoltrata e l’estate (da maggio fino ad agosto), i mesi invernali sono piuttosto freddi.

Documenti necessari viaggi Russia

Per entrare in Russia è necessario il passaporto (in buone condizioni) con validità residua di almeno 6 mesi al momento dell’arrivo nel paese. Il visto d’ingresso è obbligatorio, può essere richiesto presso le sedi Consolari di Roma, Milano o Genova e prevede tre fasi: invito, richiesta del visto e registrazione. All’ingresso nel paese bisogna compilare la Carta d’immigrazione, la cui ricevuta deve essere conservata durante il periodo di soggiorno. Inoltre la persona fisica o giuridica russa che ha invitato il cittadino straniero deve effettuare la registrazione con una notifica al UFMS (Servizio Federale Immigrazione) che rilascia un talloncino dell’avvenuta registrazione. Il cittadino straniero deve portare con sé questo talloncino che servirà poi alla persona fisica/giuridica invitante a notificare la partenza dell’ospite straniero.

Telefono

– Il prefisso internazionale per telefonare dall’Italia in Russia è: 007
– Il prefisso internazionale per telefonare dalla Russia in Italia è: 81039

La rete cellulare russa copre i centri abitati e diverse zone boschive. Per telefonare è preferibile acquistare una sim card russa. Per le telefonate interurbane all’interno del paese bisogna digitare 8 e poi il prefisso della città russa e il numero di telefono desiderato.

Elettricità

La corrente elettrica in Russia è a 220 V 50 Hz. Prese tipo C e F.

Moneta e carte di credito

La moneta ufficiale russa è il Rublo (RUB). Il Rublo non è esportabile pertanto è bene cambiare piccole somme. La legge sul controllo della valuta stabilisce che per i non residenti nel paese non è possibile lasciare la Russia con una quantità maggiore di valuta rispetto a quella dell’arrivo. Il Dollaro Usa e l’Euro si cambiano facilmente presso le banche, gli uffici di cambio, gli aeroporti e gli hotel. Le carte di credito sono quasi sempre accettate nei locali e negli alberghi più lussuosi delle città più importanti.

Come arrivare in Russia

Via aerea
Le compagnie aeree Aeroflot e Alitalia effettuano voli diretti fra Italia e Russia, mentre operano voli con scalo: Lufthansa, Klm, Austrian Airlines, Czech Airlines, Sas.

Treno
Dalla capitali europee ci sono vari collegamenti ferroviari con la Russia: dalla stazione ferroviaria di Berlino ci sono partenze dirette per Mosca (occorre il visto di transito per la Bielorussia), oppure è possibile partire dalla stazione di Varsavia passare da Kaunas (Lituania) e da Riga (Lettonia) dove c’è il treno per Mosca o San Pietroburgo; anche da Helsinki, ci sono vari collegamenti con San Pietroburgo (il treno finlandese Sibelius è molto comodo), inoltre ci sono anche linee di autobus che collegano la Finlandia alla Russia. Per gli spostamenti all’interno del paese il treno è il mezzo più utilizzato.

Vaccinazioni Russia

Per entrare in Russia non sono richieste vaccinazioni. Sono consigliate le vaccinazioni contro l’epatite A e B e l’antidifterica. E’ sconsigliato bere acqua corrente, anche se ufficialmente potabile, per l’alta presenza di sali minerali (in alcune zone non funziona perfettamente il sistema di depurazione e controllo). Occorre una polizza assicurativa sanitaria per la copertura delle spese mediche. Il sistema sanitario pubblico è carente di attrezzature e medicinali, in particolare al di fuori delle città di Mosca e San Pietroburgo.

Guarda anche

Prenota voli, hotel, vacanze o noleggia un auto last minute!


  1. Confronta i voli low cost
  2. Trova alberghi economici
  3. Prenota una vacanza in crociera

Ti potrebbero interessare