Ostia: cosa vedere, scavi, castello Giulio II, porto di Traiano

Cosa vedere a Ostia antica, breve storia, attrazioni e monumenti principali, itinerario con i luoghi da visitare, dal porto di Traiano agli scavi, fino al castello Giulio II.

Articoli correlati
Hotel alberghi dove dormire
Ostia Antica
Ostia Antica

Guida turistica Ostia

Ostia, antica cittadina fondata dai romani in provincia di Roma, è situata a sud-ovest della capitale, lungo il fiume Tevere. Dell’antica città ci sono diverse testimonianze e in particolare, monumenti pubblici, abitazioni e luoghi relativi ad attività produttive dell’epoca.

La città fondata nel IV sec. a.C. fu un centro cosmopolito ed un porto di primaria importanza, come lo dimostrano i preziosi resti riportati alla luce dagli scavi iniziati a partire dal 1909. E’ la funzione portuale della città che ne determinò il suo assetto urbanistico.

Il porto di Ostia, fatto costruire da Traiano, e la città che si sviluppò intorno ad esso, iniziarono a decadere al tempo di Costantino e a poco per volta scomparvero sotto il terriccio portato dal fiume e dai venti. In questa area, nell’anno 827 Gregorio IV fondò l’attuale borgo di Ostia.

A poca distanza dall’ingresso agli scavi della zona archeologica, sorge il Castello progettato dall’architetto Baccio Pontelli su incarico del Cardinale Giuliano della Rovere, futuro Papa Giulio II, costruito fra il 1483 ed il 1486.

Il Castello è un magnifico esempio di architettura militare del Rinascimento e accanto ad esso si trova la bella chiesetta di Sant’Aurea, sempre del Pontelli.