Madrid: cosa vedere, itinerario per visitarla a piedi in due giorni

Hotel alberghi dove dormire
palazzo reale madrid
palazzo reale madrid
Contenuti con corrispondenza

Cosa vedere a Madrid, capitale della Spagna, città dalle origini antiche e con monumenti interessanti, itinerario a piedi e Museo del Prado.

Guida turistica Madrid

Madrid, sorta sul luogo dove si trovava una fortezza araba chiamata Magerit, iniziò a prendere la conformazione attuale urbana tra il XVII e il XVIII sec., anche se le prime tracce della sua esistenza risalgono al IX sec. Nell’anno 1992 ha avuto il riconoscimento di capitale europea della cultura.

Itinerario Madrid a piedi

Museo del Prado, uno dei più importanti del mondo, è ricchissimo di opere d’arte, fra cui spiccano quelle del Goya, Velasquez, Caravaggio e Raffaello, oltre quelle di prestigiosi artisti italiani.

Palazzo Reale ricostruito nel XVIII Sec., dopo che era stato distrutto da un incendio. In passato residenza dei reali di Spagna, oggi viene utilizzato per ricevere i capi di stato delle altre nazioni. Sparsi nelle moltissime stanze si trovano quadri di prestigiosi autori. Di particolare bellezza la Sala del Trono, la Camera delle Porcellane, la Farmacia Reale e l’Armeria Reale, dove è esposta una collezione di armature.

Cattedrale dell’Almudena, sorge lungo il lato sud di Palazzo Reale, di fronte all’entrata dei visitatori, precisamente nel punto dove anticamente si trovava la moschea madrilena. Il progetto risale al 1800 ma fu consacrata solo nel 1993 da Papa Giovanni Paolo II, divenendo la Cattedrale di Madrid. La costruzione durò oltre un secolo e per questo il progetto originario fu modificato varie volte, unendo stili architettonici di epoche diverse.

Plaza Mayor, luogo principale d’incontro della città situato in centro, ha una pianta rettangolare e fu realizzata nel secolo XVII. I Palazzi storici lungo i suoi lati, hanno al piano terra dei porticati dove si trovano vari tipi di negozi e locali per mangiare o bere. Nel mezzo della piazza è posta la statua di re Filippo III. La Casa della Panaderia è il palazzo di maggior prestigio, in origine panificio cittadino, ospitò in seguito rispettivamente l’Accademia Reale di Storia, la Biblioteca comunale e oggi il Centro del Turismo di Madrid. L’Arco de Cuchilleros è la porta d’ingresso più conosciuta, progettata dallo stesso architetto autore del disegno attuale della piazza, lo spagnolo Juan de Villanueva.

Puerta del Sol, è la piazza centrale di Madrid da cui si dipartono a raggiera molte strade, per questo soprannominata il kilometro 0, è presente la fermata della metro.

Parco del Retiro è un immenso parco del centro di Madrid, visitabile a piedi o in bicicletta, al suo interno si trova un palazzo di vetro, dove vengono tenute periodicamente alcune mostre, e un piccolo lago dove è possibile noleggiare piccole barche per farne un suggestivo giro.

Monastero El Escorial, distante una cinquantina di chilometri da Madrid, è un complesso di edifici ricchi di storia e di arte, nel passato prima residenza privata, poi pantheon, convento e chiesa.

Santa Cruz del Valle de los Caidos, si trova a meno di dieci km dal Monastero El Escorial, fu aperto al pubblico nel 1957 e fa parte del patrimonio nazionale della Spagna. Questo monumento fu pensato da Francisco Franco per la sepoltura di José Antonio Primo de Rivera, caduto nel corso della guerra civile spagnola, e di altre decine di migliaia di combattenti.

Centro di Arte della Regina Sofia, situato a Santa Isabel, è un museo d’arte moderna dedicato alle opere d’arte realizzate a partire dal primo novecento. Il richiamo maggiore dei turisti è costituito dalla Guernica di Pablo Picasso.

Ti potrebbero interessare

Letture consigliate