Azzorre: cosa fare e vedere, consigli vacanze viaggio

Guida isole Azzorre, cosa vedere nelle isole di questo arcipelago dipendente dal Portogallo, luogo ideale per vacanze al mare.

Hotel alberghi dove dormire
ponta delgada isola sao miguel azzorre
ponta delgada isola sao miguel azzorre

Vacanze alle Azzorre consigli

L’arcipelago delle isole Azzorre, ideale per una vacanza, è formato da 9 isole principali da vedere e numerosi isolotti di origine vulcanica, situato nell’Oceano Atlantico ad una distanza di circa 1400 chilometri dal Portogallo. Le isole sono una regione portoghese autonoma. Le nove isole, Sao Miguel, Terceira, Santa Maria, Pico, Faial, Sao Jorge, Graciosa, Flores e Corvo, si distinguono per la bellezza e la purezza della loro natura fantasiosa, oltre che per le interessanti testimonianze del passato.

Sao Miguel é l’isola più grande dell’arcipelago dell’Azzorre, il suo centro principale è Ponta Delgada, dove si trovano edifici, Chiese e Conventi ricchi d’arte e di storia. Bellissimi i paesaggi incorniciati da laghi pittoreschi ed incantevoli panorami.

Terceira è la seconda isola per importanza dell’arcipelago dell’Azzorre. La sua città principale è Angra do Heroismo, il cui centro storico è stato dichiarato patrimonio dell’umanità dall’Unesco, come primo esempio di urbanistica europea del XVI secolo in pieno Atlantico. Nel porto attraccavano i galeoni carichi di merce preziosa provenienti da Oriente e dalle Americhe. L’isola offre variopinti paesaggi e un mare dotato di piscine naturali formate dalla lava di antiche eruzioni vulcaniche.

Santa Maria è l’isola più vicina al Portogallo continentale, infatti i suoi primi abitanti provenivano dall’Algarve. L’isola è famosa per le caratteristiche casette bianche dai comignoli affusolati, i paesaggi bucolici, le spiagge di sabbia e le splendide baie di São Lourenço e Praia Formosa.

Pico è la seconda isola per estensione delle Azzorre, dopo São Miguel L’isola culmina con i 2351 metri di altitudine del vulcano Pico da cui prende il nome. Lungo la costa i versanti della montagna offrono meravigliosi itinerari fra l’azzurro del mare e del cielo. Da questa isola, nei secoli scorsi, imbarcazioni con uomini coraggiosi salpavano in mare per la caccia alla balena; oggi Pico è un luogo privilegiato per l’osservazione dei grandi cetacei. Da non dimenticare i famosi vigneti dell’isola, cresciuti nel fertile terreno delimitato da muri di pietra lavica.

Faial si trova a circa 7 Km. dall’isola di Pico. L’isola è conosciuta per il suo accogliente porticciolo, dove attraccano yacht ed imbarcazioni a vela da tutto il mondo. Dal punto di vista paesaggistico l’isola si distingue per il colore azzurro delle ortensie che bordano i campi ed i sentieri che conducono al mare; una vegetazione esuberante e variopinta che contrasta con i colori del paesaggio desertico della zona interessata dall’ultima eruzione del vulcano dos Capelinhos avvenuta nel 1957/58 nell’estremità occidentale dell’isola. Il principale insediamento urbano dell’isola è Horta, dove sono conservati elementi architettonici di pregio, come le decorazioni azulejos della chiesa di Sao Francisco.

Sao Jorge è separata dalle vicine isole di Pico e Faial da uno stretto di 15 Km. Sull’isola, dalla forma stretta e allungata, si susseguono montagne e verdi vallate. La massima altitudine è raggiunta dal Pico de Esperança (1053 mt), ottimo punto panoramico. Attraverso incantevoli passeggiate lungo i sentieri di São Jorge c’è la possibilità di attraversare campi dove pascolano mucche che producono un latte molto ricco, da cui derivano dei formaggi caratteristici, oppure di arrivare alla base delle scarpate che si tuffano in mare, dove ci sono piccole aree di terra fertile e pianeggiante chiamate fajãs.

Graciosa è una piccola e graziosa isola. come si può dedurre dal nome, celebre per i suoi mulini a vento e per il suo faro. Sull’isola si trova un suggestivo fenomeno vulcanico, la Furna do Enxofre, una grande caverna sotterranea dove giace un lago di acqua sulfurea fredda, largo più di 100 metri e profondo 15 metri. Molto attraenti le profondità marine di Graciosa ricche di grotte e anfratti rocciosi.

Flores è l’isola più occidentale delle Azzorre ed anche il punto europeo posto più ad occidente. Isola incantevole, è ricoperta da una vegetazione rigogliosa e colorata dai molti fiori che la caratterizzano. Le pareti rocciose a strapiombo sul mare sono solcate da cascate che dall’alto delle scogliere saltano in mare. All’interno dell’isola molto bella è la zona costellata da sette laghi di origine vulcanica, dove l’azzurro della loro acqua brilla nel verde circostante. Da visitare la cittadina di Santa Cruz, il centro principale dell’isola, Lajes ed altri pittoreschi villaggi.

Corvo è l’isola più piccola dell’arcipelago delle Azzorre. Circondati da un paesaggio verdeggiante si può salire sul Monte Gordo, dove sul fondo del Caldeirão del cono vulcanico si possono ammirare dei laghi dalle acque azzurre, abbelliti da vari isolotti. Si tratta di un’isola quieta che appartiene ad un mondo rimasto intatto dall’isolamento.