Abruzzo vacanze: viaggio tra l’appennino e il mar Adriatico

Guida turistica Abruzzo, caratteristiche dei paesaggi rappresentati nei colori dello stemma, visitare i parchi nazionali e le città.

Hotel alberghi dove dormire
cartina abruzzo
cartina abruzzo

Abruzzo in breve

L’Abruzzo è una regione italiana compresa tra l’appennino centrale e la costa adriatica.

Comprende le province di Chieti, L’Aquila, Pescara e Teramo. Confina a nord con le Marche, ad ovest con il Lazio, a sud con il Molise, ad est è bagnato dal mare Adriatico.

La regione è in prevalenza montuosa, ed accoglie le vette più alte dell’Appennino, vale a dire il Corno Grande (2912 m s.l.m.), nel massiccio del Gran Sasso ed il Monte Amaro (2793 m s.l.m.), nel massiccio della Maiella.

Una serie di colline corre alla spalle del litorale sabbioso, mentre all’interno l’area montuosa occupa i due terzi del territorio abruzzese.

Queste caratteristiche geografiche si riflettono nello stemma della Regione Abruzzo attraverso la disposizione dei colori, bianco, verde e azzurro.

Il bianco rappresenta le vette innevate, il verde, i boschi e le colline, l’azzurro, il mare sul quale si affaccia questo territorio, tutelato da vaste aree protette, fra cui il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, il Parco Nazionale della Maiella e il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

In queste zone di grande interesse naturalistico, per i loro grandiosi paesaggi, per la flora e la fauna che ospitano, è possibile passeggiare nella natura, assaporarne i silenzi e le maestose bellezze.

Le città ed i paesi con le loro chiese, palazzi antichi e monumenti, testimoniano la storia e la cultura di questa terra ricca di tradizioni.

Parchi in Abruzzo

Il Parco Nazionale dell’Abruzzo, situato nell’alta valle del Sangro, è una delle aree naturalistiche protette che contraddistinguono maggiormente la regione.

In esso vivono molte specie della fauna locale, tra cui l’orso marsicano, il lupo, il camoscio, il capriolo e molti altri.

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e dei Monti della Laga, che fu istituito nel 1991, copre una superficie di oltre 140.000 ettari, inoltre il suo territorio è in gran parte montuoso e in esso rientrano il massiccio del Gran Sasso d’Italia e la catena dei Monti della Laga.

La zona del Parco Nazionale della Maiella, che è collocata intorno al grande massiccio della Majella e alle montagne del Morrone, presenta una superficie di circa 62.000 ettari a conformazione in prevalenza montuosa.

Nel 2010 fu contraddistinta l’Area marina protetta di Torre del Cerrano, estesa su un territorio di circa 37 chilometri quadrati, per tutelare un tratto di mare particolare dell’Abruzzo dove è possibile ammirare, a poca distanza dalla costa, i resti sommersi dell’antico porto di Atri, un sito naturale di grande interesse archeologico e naturalistico.

Montagna in Abruzzo

Oltre la metà del territorio abruzzese è montuoso, in questa regione si trovano alcune delle maggiori vette della catena Appenninica tra cui il Gran Sasso e la Maiella.

Durante la stagione invernale le località turistiche più frequentate dagli sciatori sono Rivisondoli, Roccaraso e Pescocostanzo.

Mare in Abruzzo

Il litorale dell’Abruzzo è lungo circa 130 km, la zona costiera del territorio di Teramo, è caratterizzata da spiagge larghe e sabbiose, mentre nell’area tra Ortona e Vasto la costa si presenta alta e scoscesa, con spiagge delimitate da una tipica e fitta macchia mediterranea.

Molteplici sono le località di mare, nella stagione estiva le mete preferite sono Silvi Marina, Vasto, Ortona, Francavilla al Mare, Giulianova, Roseto degli Abruzzi e Tortoreto.

Altri luoghi d’interesse molto suggestivi da vedere, percorrendo le coste abruzzesi, sono la Pineta D’Annunziana, una riserva naturale situata nella zona sud di Pescara, e la costa dei Trabocchi, che si distingue per le caratteristiche e antiche macchine da pesca poste su palafitte di legno.

Terme in Abruzzo

Grazie alle numerose sorgenti d’acqua termale, l’Abruzzo vanta diverse località termali note fin dall’antichità, rinomate per curare numerose malattie.

Tra le terme più frequentate rientrano le terme di Raiano, Canistro, Caramanico Terme e le terme di Popoli.